Otorinolaringoiatria

Dott.Carlo Alberto Tacchini

Otorinolaringoiatria

La visita otorinolaringoiatrica, con il supporto di alcuni esami, strumentali, è in grado di disciminare tra le possibili cause di problemi respiratori, uditivi o di flogosi ricorrenti, al fine di individuare un corretto trattamento specifico.

In medicina, l'otorinolaringoiatria è la disciplina chirurgica specialistica che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie dell'orecchio, del naso, della gola e delle altre strutture correlate della testa e del collo.

La visita otorinolaringoiatrica nei bambini

La diagnosi precoce di un problema uditivo fondamentale per un corretto sviluppo del linguaggio e di conseguenza per lo sviluppo globale della personalità e delle capacità intellettive del bambino.

Tra le ipocausie infantili non esistono solo le forme neurosensoriali, irreversibili, ma anche, molto più frequenti, le ipocausie trasimissive, dovute ad una compromissione delle strutture dell'orecchio medio, risolvibili con terapia medica e/o chirurgica.

Anche queste condizioni, se protratte nel tempo, possono ritardare l'apprendimento del linguaggio.

Inoltre, una condizione di persistenza catarrale nelle alte vie respiratorie può, protraendosi nel tempo, condizionare lo sviluppo corretto dello schema respiratorio (con conseguenze sull'occlusione dentaria e lo sviluppo del massiccio facciale).

Fibroscopia (disfonie, disfagie, ostruzione nasale)

Indagine eseguita con l'ausilio di una fonte di luce e un fibroscopio a fibre ottiche, che è un tubo sottile e flessibile.

L'introduzione avviene solitamente per via nasale e non è dolorosa ma semplicemente un po' fastidiosa.

La fibroscopia può evidenziare patologie nasali (che possono causare ostruzione nasale, sanguinamente, alterazioni dell'olfatto) e patologie del faringe e laringe (causa di disfonia e difficoltà di deglutizione).

Esame Audiometrico (ipoacusia, acufeni, vertigini)

Viene eseguito per accertare precocemente una eventuale sordità ma può essere effettuato anche in tutti gli altri casi di problemi di udito.

Lo scopo dell'esame audiometrico tonale è quello di cercare la soglia uditiva del paziente e cioè il minimo livello d'intensità sonora che possa suscitare in una sensazione uditiva per una determinata frequenza.

Fermo restando che non è possibile ottenere il silenzio assoluto, l'esame audiometrico, per essere attendibile, dovrà essere eseguito in un ambiente silenzioso e acusticamente isolato.

Per eseguire l'audiometria tonale è necessario uno speciale apparecchio, chiamato audiometro. L'audiometro è uno strumento capace di generare singole frequenze di suono ad intensità diverse e con differenti modalità (tono continuo, tono pulsato).

Irrigazione auricolare (Pulizia delle orecchie)

L'ipoacusia dovuta alla presenza di tappi di cerume nel condotto uditivo esterno (CUE) è di comune riscontro nell'attività ambulatoriale del medico di famiglia.

Il tappo di cerume può causare oltre a sordità, anche vertigini, prurito e dolore auricolare.

I fattori più comuni che impediscono la normale fuoriuscita del cerume da CUE sono rappresentati dall'uso di protesi acustiche o di cotone in batuffoli o bastoncini.

L'irrigazione è controindicata in caso di otiti acute o perforazioni timpaniche. In questi casi si esegue la pulizia del condotto uditivo con particolari strumenti (uncino, aspiratore).

Prenota subito la tua visita

Lo staff del nostro poliambulatorio specialistico e centro prelievi di Fiorenzuola, Piacenza, prenderà in carico la tua richiesta e ti fornirà tutte le indicazioni necessarie nel più breve tempo possibile.