Dott.ssa Carmen Crea

Dott. Pierpaolo Tricarico

Allergologia

L’allergia si manifesta con una grande varietà di sintomi, dagli starnuti alla lacrimazione, dalla rinorrea alla tosse, alla crisi asmatica, dall’orticaria all’angioedema, fino a sintomi di estrema gravità quali lo shock anafilattico.

La visita allergologica consiste in una accurata valutazione del quadro clinico e nello svolgimento di opportuni test per individuare le cause dei disturbi, ai fini di impostare un percorso terapeutico che non sia limitato all’assunzione di farmaci sintomatici, ma esteso alla prevenzione ed alla terapia di fondo dell’allergia.

La terapia sintomatica delle allergie respiratorie si avvale di numerosi farmaci efficaci come gli antistaminici, gli antiasmatici, i cortisonici topici i quali controllano i sintomi.

È inoltre possibile intervenire sul sistema immunitario dell’organismo grazie all’immunoterapia specifica, meglio nota come vaccino desensibilizzante con l’obiettivo di abituare progressivamente l’organismo alla presenza dell’allergene responsabile dei disturbi, diminuendone i sintomi e la conseguente assunzione di farmaci sintomatici.

Allergie Respiratorie

La congiuntivite allergica, spesso associata alla rinite (oculorinite), che consiste in una infiammazione dell’occhio. L’occhio è arrossato, lacrima, si avverte la sensazione di “sabbia negli occhi”.

La rinite allergica, caratterizzata da infiammazione della mucosa nasale, può presentarsi con starnuti ripetuti, continua secrezione nasale liquida, ostruzione nasale, prurito nasale.

Il prick test è lo strumento per la diagnosi delle allergie, assolutamente non invasivo e indolore.

Dermatite Allergica da contatto

La dermatite da contatto allergica è una infiammazione della pelle caratterizzata da eritema, prurito, vescicole. E’ causata dal contatto con sostanze chimiche. Il grattamento dovuto al prurito intenso può provocare anche infezione della cute.

Il patch test è la metodica utilizzata per individuare le sostanze che provocano la dermatite allergica. Sulla parte alta del dorso del paziente si applicano dei cerotti speciali contenenti le sostanze allergeniche sospette.

Reazioni avverse al cibo

Reazioni alimentari tossiche (da tossine contenute nel cibo). Queste possono verificarsi in ciascun individuo purché abbia ingerito dosi sufficienti di tossine.

Reazioni alimentari non tossiche, dipendenti dalla suscettibilità individuale tra cui allergie e intolleranze alimentari riconducibili ad un meccanismo non immunologico, di tipo enzimatico (per esempio l'intolleranza al lattosio), farmacologico (reazioni alle amine vasoattive o agli additivi contenuti in alcuni cibi) o indefinite.

Per confermare il sospetto di allergia vengono praticate le prove cutanee o, se necessario, la ricerca nel siero di anticorpi IgE specifici per allergeni alimentari.

Prenota subito la tua visita

Lo staff del nostro poliambulatorio specialistico e centro prelievi di Fiorenzuola, Piacenza, prenderà in carico la tua richiesta e ti fornirà tutte le indicazioni necessarie nel più breve tempo possibile.